CastelBrando su due ruote

Pedalare nella storia e nella natura…

Esistono tanti modi per scoprire CastelBrando.

Il più comune, e affascinante, è sicuramente quello di lasciarsi avvolgere dall’atmosfera incantata della fortezza, tendendo l’orecchio e l’anima per percepire l’eco delle tante storie che nei secoli si sono intrecciate a palazzo. Ma se si riesce a superare la forza di attrazione che il maniero indubbiamente esercita, esiste un’alternativa altrettanto interessante: in bicicletta.

vista dalla vallata chiesetta

Il territorio che circonda il castello, indissolubilmente legato alla sua storia e identità, è infatti ricco di paesaggi naturali e itinerari suggestivi, adatti a qualsiasi tipo di bici e ciclista.

Quello più storico è sicuramente l’antica Via Claudia Augusta Altinate, di cui oggi restano purtroppo pochi reperti. Eppure duemila anni fa, questa strada rivestiva un’importanza strategica unica. Grazie ad essa per la prima volta l’Impero Romano veniva collegato con il mondo germanico, attraverso un tracciato che, valicando le Alpi, dall’Adriatico conduceva fino al Danubio.

Oggi la Via Claudia Augusta è uno dei percorsi ciclabili più suggestivi e frequentati d’Europa, permettendo di percorrere oltre 500 km dalla Baviera fino alla laguna veneziana.

Il tratto della Via in prossimità del castello è particolarmente impegnativo a livello ciclistico ed è consigliato per ciclisti allenati, in bici da corsa o Mountain Bike.

Partendo da CastelBrando, si affrontano 9 km di salita fino ai 900 m di altitudine del passo di Praderadego inerpicandosi sulla montagna che separa le incantevoli Valmareno e Val Belluna per poi scendere fino al bivio che permette di raggiungere Belluno oppure Feltre.

In alternativa si può scegliere di tornare al castello passando dal passo di San Boldo, un giro di una quarantina di km, impegnativo quanto appagante.09 Passo San Boldo mod

Un itinerario diverso, e sicuramente più leggero, punta invece verso la Valdobbiadene, ad una trentina di chilometri dal castello. È la terra del Prosecco, il regno dei vigneti, ma anche il paradiso degli amanti dello sterrato e della Mountain Bike, grazie alle numerose strade forestali.

Qui ogni anno organizzano la Prosecchissima, una granfondo che si tiene in primavera e coinvolge sportivi e dilettanti, con numerosi eventi enogastronomici di contorno.

A Valdobbiadene si può scegliere se terminare il tour in una delle innumerevoli cantine oppure inerpicarsi verso Pianezze (TV), alla scoperta delle malghe, i pascoli estivi, e scendere su una strada asfaltata circondata da boschi fino a Combai, dopo naturalmente essersi goduti il panorama, decisamente mozzafiato.Combai

Oppura ancora si può scegliere di proseguire verso l’anello del Montello, molto amato dai ciclisti, costeggiando o attraversando la famosa collina che durante la Prima Guerra Mondiale fu teatro di accesi scontri per poi ritornare al castello passando per il ponte della Priula, attraversare il Piave e addentrarsi nella terra d’origine della nobile famiglia dei da Collalto fino a Solighetto.

Per gli amanti delle city bike e delle biciclettate con amici o con la famiglia, consigliamo invece il tour nella Valsana, antico nome della Valmareno, fino ai laghi glaciali di Revine. Si tratta di un percorso ciclabile pianeggiante che alterna strade asfaltate poco trafficate a sterrato, immerso nella natura e circondato dalle splendide Prealpi Trevigiane. Ideale per i bambini, è anche la visita al Parco Archeologico del Livelet a Revine Lago, dove è possibile ammirare la ricostruzione di un villaggio palafitticolo preistorico.

livelet3

Insomma, di itinerari ciclistici ce ne sono davvero tanti e quelli presentati qui non sono che una minima parte. Dopotutto Treviso viene considerata la provincia più ciclistica d’Italia.

Per i cicloturisti che vengono dall’estero o da lontano e non avessero la possibilità di portare con loro l’amata bicicletta, proprio ai piedi di CastelBrando esiste un negozio specializzato che permette di noleggiare diversi tipi di bici con o senza guida, oltre ad offrire un servizio di riparazione e assistenza.

Se avete bisogno di supporto per organizzare il vostro tour in bicicletta, potete rivolgervi a loro oppure scrivere a info@castelbrando.it.

Lascia il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *